martedì 8 dicembre 2009

A che punto sono?

Allora... la famosa borsetta da guerra è ancora in lavorazione.. diciamo che a parte la coperta patchwork credo che questo sia uno dei lavori più complessi che io abbia mai fatto.
Anche perchè dire borsetta è alquanto riduttivo.. diciamo che alla fine stà venendo fuori un borsone...
Per dare un'idea delle dimensioni ecco un piccolissimo indizio, ovvero la cerniera di chiusura accostata a dei quadretti old america di recente produzione (quanto sono rilassanti!!).. piccolina eh???

In ogni caso fortuna che ci sono le mie piantine a rilassarmi, questa ad esempio è simpaticissima, si chiama Gasteria Verrucosa... passando la mano sulle foglie si sentono tutte le sue verruchette, perchè tutti i puntini bianchi sono leggermente in rilievo.. unico neo non mi è mai fiorita, e forse mai lo farà, ma è bella lo stesso

La fioritura nelle piante grasse comunque è un evento che si verifica in maniera condizionata.

A condizione cioè che si riesca a ricreare il più possibile le particolarità di clima, esposizione solare, temperatura e precipitazioni esistenti nei luoghi dove tali piante crescono in natura.

Vi assicuro però che questa è una operazione che si traduce in poche semplici regole, ovvero:

1) vasi di piccole dimensioni e terriccio specifico per piante grasse.

2) esposizione molto ma molto luminosa tutto l'anno, con sole diretto solo per le specie che al sole stanno benone.. (se le foglie diventano rosse vuol dire che ci vuole un'ombra almeno parziale nelle ore più calde della giornata)

3) acqua poca (in genere una volta la settimana) e SOLO nei periodi permessi.

Questi periodi di solito corrispondono alle stagioni di crescita e maggiore vegetazione, ovvero primavera e autunno; in estate non si esagera perchè se fa molto caldo la pianta rallenta e non assobe. In inverno la maggior parte deve essere lasciata all'asciutto completamente - lo fa la stessa natura - una sorta di letargo da far loro passare in un bel posticino fresco (10 - 15 gradi) ma luminoso.

4) concimazioni con prodotto specifico per grasse solo nei periodi di crescita.

5) non avere fretta .. perchè se alcune fioriscono dal primo anno di vita, altre invece lo fanno solo da vecchiette.

E comunque ogni piantina la si impara a conoscere nel tempo, io me le guardo almeno una volta al giorno, faccio insomma una sorta di controllino.. che poi io ci parli anche... beh questo è un di più.... sarò grave??

7 commenti:

Scarabocchio ha detto...

Secondo me questa piantina non fiorisce perchè tu invece di raccontarle favolette ti sfoghi con lei sul lavoraccio che stai facendo: questa borsa da guerra ti sta proprio massacrando!
Ora ti insegno una filastrocca da recitare alla pianta per una sicura fioritura:

Oh Gasteria Verrucosa,
sù non far la capricciosa:
prova ad esser prodigiosa
e fiorisci rigogliosa!
Oh Gasteria Verrucosa,
sù non far la capricciosa:
prova ad esser prodigiosa
e fiorisci rigogliosa!
Oh Gasteria Verrucosa,
sù non far la capricciosa:
prova ad esser prodigiosa
e fiorisci rigogliosa!


Mi raccomando da ripetere 3 volte, sennò non funziona!
:D :D :D

Tilly ha detto...

ma no!!! non dico che mi stà massacrando, anzi.. cioè secondo me c'è sempre il momento in cui si deve fare qualcosa che non si è fatto prima, altrimenti si resta fermi al punto in cui si è arrivati e non si avanza.. magari il procedimento è un pò faticoso, ma è una fatica che fa bene.. che ripaga.. comunque proverò con la filastrocca.. però se mi fa la faccetta da cactus e non mi risponde allora si che è colpa tua!!!

Scarabocchio ha detto...

Ma è sicuro che ti fà la faccetta da cactus se non imiti alla perfezione la mia voce!!!
Ti stai esercitando???
:D :D :D

Tilly ha detto...

qui la cosa si fa sempre più difficile...:D :D :D

Paola - La Stanza Creativa di Paola ha detto...

:D :D :D :D
non ho parole!!!

Tiziana ha detto...

Già così mi piace, comunque aspetto di vederla terminata.
Forse la filastrocca devo impararla anche io...
le mie piante sofriranno tantissimo. Annaffiature, terriccio ecc... tutto a caso...
Ciao
Tiziana

Tilly ha detto...

Cara Tiziana, queste comunque non sono regole assolute, i miei genitori ad esempio utilizzano terriccio normale e annaffiano molto più spesso di me, e le loro piante in genere sembrano godere buona salute.. è che se vuoi vedere fiori quasi tutte vogliono il riposo, devono sentire il cambio di stagione insomma..
però ripeto che la cosa non è tassativa, l'importante è che avere delle piante sia una esperienza piacevole!!!