domenica 26 dicembre 2010

Regali di Natale

Anche quest'anno ho prodotto un paio di regalini di Natale, che, per ovvie ragioni di segretezza, posso mostrare solo oggi.
Una busta portaoggetti per mamma, in feltro, chiusa con il classico bottone magnetico...
le applicazioni non sono un gran chè, e il bello è che avrei delle belle foglioline tagliate in modo perfetto, ma le tengo da parte per uno specifico lavoro che devo fare più avanti e così questo è quello che ne è uscito...
per mia cognata invece una sciarpona con berrettone, prodotte sempre con l'ausilio dei telai knifty knitter.. mentre per me (chiaramente ordinato da me medesima) la bibbia per fare le borse la cui autrice tiene questo blog

il buffo però è che in questo periodo le borse stanno abbastanza al palo, o meglio non ho un grande stimolo a farne, mentre invece i telaietti mi prendono tantissimo.
D'altronde siamo in inverno, berretti e sciarpe suonano bene e per fare un cappellino mi ci vogliono al massimo due o tre giorni.... per essere precisi sono ormai a quota 12.... il prossimo è già in produzione e sarà tutto grigio, per il signor Notaio...
magari con la primavera riprenderò a borsettare...

giovedì 16 dicembre 2010

Borsa in stoffa smile

Prima che mi vada definitivamente in crash in pc (si è autodisattivato già due volte, mi sà che urge un giretto al manutentore...) posto questa borsetta in stoffa...
Giuro che davvero l'effetto smile su questo lato non è stato voluto,
e infatti l'altro lato si presenta decisamente più serioso...

.. vista poi la pochezza delle foto in questi giorni così freddi e soprattutto così scuri voilà un particolare ravvicinato

e questo invece è l'interno che mostro con una certa soddisfazione... volendo la borsa è completamente reversibile...
certo così non è possibile chiuderla... ma nessuno è perfetto...
pc permettendo... a presto....

venerdì 3 dicembre 2010

Copertina all'uncinetto

Ho approfittato di questa settimana a casa dal lavoro causa faringite per finire finalmente questa copertina di quadrati iniziata un sacco di tempo fa.
In realtà quando la iniziai doveva essere un maglione.. perchè la qui presente uncinettatrice si illude spesso di poter fare di tutto con il super attrezzo, salvo poi accorgersi puntualmente che così non è... o meglio... magari un maglione avrei anche potuto farlo con questi quadretti, ma non sarebbe stato morbido e avvolgente come quello che si ottiene con i ferri e quindi...
Quindi con l'aggiunta di qualche (eufemismo) altro gomitolo e un pò (altro eufemismo) di tempo in più è diventato una copertina tipo plaid

per il letto che uso in caso di malattia (ovvero adesso) oppure per quelle volte in cui il signor Notaio vuole uno spessore di coperte decisamente diverso alla quantità a me indispensabile (cosa che succede praticamente sempre).

Certo di fronte a certi lavori e a certi costi che comportano questi lavori mi domando se ne valga la pena... ma francamente sono convinta di si...

Avessi dovuto solo comprarla, una copertina, mi sarei divertita molto meno...

giovedì 25 novembre 2010

Non ho lo spirito...

natalizio...
almeno per quanto riguarda il discorso abbellimenti e decorazione nonchè atmosfera...
è cosa assodata e certa...
l'albero qui lo fa il signor Notaio, non lo facesse lui probabilmente non ci sarebbe neppure quello...
in questo periodo gli unici lavori che mi riesce di fare sono riguardanti la lana, anche se temo che sia un amore ormai arrivato al capolinea... perchè la lana è difficile... la lavori e lei ti seduce con la sua morbidezza, i suoi colori, e quando si mischia con il sintetico ti irretisce con le sue palline, i suoi ciuffetti pelosi, i brilluccichii....
poi la lavi pur con tutte le cautele, con tutte le cure possibili e inimmaginabili e lei ti sbertuccia e rimpicciolisce...
che poi quando la devi invece rimpicciolire fa il contrario... si slarga...
ma è cosa che succede solo a me? o forse è per questo che le laniste producono scialli e sciarpe e maglie a tutto vapore?
Sovraproducono perchè basta lavare una volta e si ritrovano in mano il disastro?
non oso pensare cosa succeda dei capi che le suddette si filano e lavorano direttamente... perchè se sulla fascetta del gomitolo il trattamento anti-infeltrente risulta, nel loro caso che ne è dei capi così amorevolmente prodotti??
Mah...
ma io sono tenace, la lana ce l'ho e devo usarla... almeno quella sopra che è lana /sintetico al 50%, e che ho lavorato con il knifty knitter più grande a disposizione (62 pioli)...
certo adesso la pagodina è un pò larga, ma dopo il primo lavaggio diventerà delle giuste dimensioni...
il resto della lana... chissà... forse borse.....

sabato 13 novembre 2010

Cappello e cappello... (anche sciarpetta)

Grazie alla luce decisamente migliore di oggi sono riuscita finalmente a fare qualche foto decente ai miei ultimi cappellini..

Certo che non si direbbe che fino a ieri io non amassi molto i filati fantasia...
nè in modo particolare le sciarpe..
al massimo avevo già a casa qualche gomitolo che mi era servito per fare dei pon pon
ma con l'aiuto dei telaietti sottostanti evidentemente è sbocciata in me una nuova passione oltre a quella per le borse
D'altronde questi lavori sono veloci e quindi danno presto soddisfazione... un vero anti-stress...
Buon fine settimana!

venerdì 12 novembre 2010

Silk Ribbon e (s)conclusionate elucubrazioni...

Le giornate sono tanto scure che non mi viene molto voglia di tentare di fotografare i miei nuovi lavoretti, alcuni cappellini e una borsa, anche perchè sono sicura che i risultati sarebbero pessimi come la foto sottostante....
ovvero il mio nuovo esperimento silk ribbonistico, un inserto che una volta finito, dovrebbe essere inserito in una borsa per l'Associazione..
....
Ma quello di cui vorrei parlare questa sera non sono tanto i miei lavoretti o i miei esperimenti di bricolage, ma è l'animo umano.
A volte mi chiedo, come penso molti, quali siano i miei pregi e i miei difetti, e spesso mi trovo insicura nel giudizio.
Com'è difficile verdersi in maniera oggettiva, mi viene da pensare...
A volte vorrei uscire fuori da me e veramente vedermi con occhi altrui, e sono sicura che tante cose mi salterebbero subito all'occhio...
Insomma per dirla in breve penso che ognuno di noi possa essere molto trasparente nei rapporti con gli altri, anche molto più di quanto desideri esserlo, nell'assurda convinzione che chi ci circonda non sommi i nostri comportamenti e non deduca la vera pasta di cui siamo fatti...
insomma per finire il post - perchè un poco mi stò incartando - ci sono in giro dei gran pezzi di ..... che pensano invece di profumare di rosa....
Di questo mi sono già lamentata e sicuramente mi lamenterò ancora, tanto il lamento fa parte della natura umana (o comunque della mia natura).. però sono anche sempre più ferma nella mia convinzione che l'utopia del "piccolo mondo perfetto", quello in cui va tutto bene o quello in cui tutto andrebbe bene se non ci fossero quelle persone lì, se non succedesse quella cosa lì (che non siano il lavoro e la salute bene inteso.. che quelli sono cose serissime).. è proprio una autentica scemata.
Devo lavorarci ancora un pò sull'ironia della frase del "piccolo mondo perfetto"... però come mantra stà funzionando abbastanza bene, riduce la puzza e chi la produce, le dà il giusto peso che alla fine è proprio uno zero tondo tondo...
insomma... e questa volta ho finito veramente... se entrate in qualche ufficio e vedete una tipa occhialuta con i capelli tutti spiritati che lo dice tra sè e sè... beh... allora mi avrete trovato!

domenica 7 novembre 2010

Giardinaggio di novembre

Devo ammettere che ultimamente il giardinaggio non mi prende tantissimo, anche perchè lo spazio a disposizione è poco e aggiustando qui e aggiustando là il giardino ha preso una forma abbastanza definitiva.

Già abbastanza.... poi succede come oggi che finalmente mi decido a piantare quei pochi bulbi di tulipani e crochi acquistati già da alcune settimane, e non ancora messi a dimora causa mal di testa o pioggia, e mi accorgo che alcune piante devono essere spostate e altre eliminate.

Quindi questa mattina è sparita una salvia (sarà, ma a me il profumo ricorda l'odore di cane bagnato!) e degli iris ormai stentati e ho spostato una hemerocallis.

Orbene spostare una pianta, beh sarebbe più corretto dire piante.... trattasi di un gran mucchio di foglie e un gran mucchio di radici, è uno dei lavori più faticosi in assoluto.

Scavare intorno a stò cespone facendo attenzione a non troncargli tutte le radici, ottenere una zolla di quasi 50 cm, sollevarla (!), dividerla in due a badilate (ho provato a saltare sul badile ma non si scalfiva neppure!!), ripiantare i due pezzi... insomma è stata cosa che ha prosciugato le mie energie domenicali...
(a sinistra i due cespi spostati, quelli con le foglie accorciate)
per cui insomma questo pomeriggio non è che ho tanta voglia di lavorare ancora o cucire...

Fortuna che ci sono alcune cose che si arrangiano... come queste nerine... e queste...
e i miei vecchi crisantemi (poveretti, non li ho proprio curati quest'anno!!)

Ma le grandi fatiche non sono finite....
domenica prossima, tempo permettendo, dovrò potare il caprifoglio...



e comunque non c'è da lamentarsi.... quà vicino c'è gente con la casa finita sott'acqua e pessime prospettive per martedì prossimo... quel che mi spiace è che sui tg nazionali non se ne parla già più mentre ci sarebbe ancora tanto bisogno....

mercoledì 3 novembre 2010

Portabottiglie

Ammetto che a volte il mio concetto di patchwork è veramente ridotto ai minimi termini... anche perchè lo identifico molto con l'antico concetto di uso anche del più piccolo pezzettino di stoffa e al suo periodo d'oro in terra americana, quando per le imbottiture venivano usate persino delle vecchie lettere!

In questo caso serviva un portabottiglie e della stoffina ikea con cui avevo fatto le borse per la spesa erano rimaste solamente delle strisce..
a cui ho ggiunto la coulisse di una vecchia giacca di pile
qualche cucitura e una serata libera
e voilà... il signor Notaio ha pronto il suo portabottiglie per il latte fresco.. (beato lui che se lo può bere!!)

domenica 24 ottobre 2010

Abilmente ottobre 2010

E anche quest'anno e questo ottobre ta dahhh!!!! Gli acquisti di Abilmente!!
In fiera sono andata due giorni: il venerdì insieme al signor Notaio.... una bolgia, ma una bolgia, ma una bolgia.... a metà mattina al coniuge è stato necessario un caffè con brioscina, tanto era lo stress..
Il bottino della mattinata è stato il seguente:
un etto di lana bianca e due sacchetti di verde in varie tonalità tuuuuuuuuttttta da infeltrire!!!

vari attrezzini della Prym ovvero un uncinetto per fare i tappeti, dei risvoltatori di tubolari, quindi lo yo yo maker misura extra large della Clover e per finire un bel timbro. Questo il venerdì (giornata di ferie), poi il sabato sono andata a lavorare con un mal di testa, ma un mal di testa, ma un mal di testa.... insomma uno strazio!

Strazio aumentato dal fatto che avevo sorvolato su alcuni acquisti, e allora domenica (lasciato a casa il signor Notaio) ho preso la mia macchinina e sono ritornata in fiera.

Il bottino di domenica ha riguardato:

due dischi di ricambio per la taglierina patchwork (nella mia merceria:"ahhh non sòòòò... chissààà se glieli procuro...."), yo yo modello maker misura jumbo (9 cm finito!! e poi dicono che le dimensioni non sono importanti!), un needle felting tool sempre della Clover... poi quella cosa che si vede dietro...

grandina neh? trattasi di telaio su cui posizionare lavori vari da ricamare, oppure tappeti...

la disgrazia è stata che subito dopo sono stata assalita da comprensibili necessità fisiologiche... andare in bagno con stò coso, la borsa, la borsa con gli acquisti e la giacca è stata una vera impresa!!

La lanetta invece per fortuna è stata acquistata successivamente....

C'era anche una mostra concorso con argomento principe il feltro... la foto della borsa che ha vinto nella sezione borse e accessori però non ve la mostro, tanto a parere della sottoscritta il manufatto in questione è proprio bruttino.... non vi dico quel che ne pensa il signor Notaio.... è irripetibile!!!

Buona settimana!!
P.S. che testina che sono!!!! e poi finalmente ho conosciuto la bravissima Susy e ammirato dal vivo i suoi bellissimi lavori!!!!

mercoledì 20 ottobre 2010

Borsa con rose in silk ribbon

Finita oggi e già consegnata in associazione ....



ora mi devo mettere sotto con i regali di Natale.... quest'anno non mi voglio ridurre (come sempre) all'ultimo momento!

domenica 17 ottobre 2010

Berretto, scaldacollo, sciarpa e knifty knitter

Ogni tanto mi viene chiesto qualche lavoro e ahimè le indicazioni per farlo in questo caso erano anche abbastanza vaghe...
La richiesta verteva su un berrettino e uno scaldacollo abbinati da farsi con i telai knifty knitter, un campo nel quale mi stò cimentando solo da poco, e di cui imparo volta per volta e lavoro per lavoro qualcosa.

Dopo lunga riflessione riguardante soprattutto il colore ho acquistato 2 etti di filato "Game" della Grignasco (42% Pc Dralon - 38% Pure New Wool - 14 % Mohair - 6 % Polyamide), e, ingannata dalla morbidezza del filato, e soprattutto senza aver controllato i ferri consigliati (7 - 7,%) ho aggiunto anche un etto di Merinomix della Madil (50% Merino Fine - 50 % Pc Dralon), convinta che avrei dovuto unire i due fili insieme altrimenti il lavoro sarebbe risultato inconsistente....

GRANDE ERRORE!!!! ......o forse no.....

ma andiamo con ordine....

Incominciato il lavoro con il due filati appaiati mi è apparso subito evidente l'errore di valutazione sulla consistenza del lavoro... ne è uscita infatti subito una lavorazione.... impossibile! Stretta! Anzi... strettissima!!!

Quindi, convinta di aver toppato l'acquisto, ho quindi messo da parte il merinomix e con il solo variegato e il telaietto giallo ne sono usciti questo berrettino e lo scaldacollo..

Ma che fare di quei due etti e di quel colore così poco in linea con i miei gusti personali? E poi mi era avanzato anche un pò di filato variegato....

Dopo un paio di giorni ho avuto l'illuminazione... dovevo fare una sciarpa.

Ma non una di quelle classiche... una sciarpa piatta... dovevo fare una sciarpa tubolare, e quindi anche per questa ho utilizzato un knifty knitter (quello a 31 pioli) e tutti i filati rimastimi....

Ora francamente chi passa di qua sà che generalemente uso termini come.... sono abbastanza soddisfatta del mio lavoro... oppure.... beh non è niente male.... in questo caso ritengo che questa sia la sciarpa più bella che abbia mai fatto in vita mia (e qualcuno potrebbe anche aggiungere.... se questa è la più bella chissà quali fetecchie hai mai fatto prima!!!!).

Eh no! Questa è proprio bella. Il signor Notaio mi ha anche istigato a tenermela... ma l'ho promessa e la consegnerò...

in fondo ci sono voluti solo 366 giri con 31 punti a giro per finirla, prima o poi il tempo per farmene una lo trovo....

Buona domenica!!

domenica 10 ottobre 2010

Tilly, il mal di testa e il kaotico kaos

Sono già due settimane che passo la domenica con il mal di testa... che palle!!!
Parte è causa dell'autunno e delle nuove temperature, parte del nervosismo continuo.. vado al lavoro e mi sembra un disastro, accendi la tv e ti sembra un disastro, leggi un giornale e ti sembra un disastro....
Solo sabato mi è sembrato in controtendenza: sono uscita con il signor Notaio per fare qualche acquisto e c'era in giro un mare di gente che spendeva e spandeva come non avessero alcun pensiero al mondo...
mah.. chi ci capisce qualcosa...
Intanto miei lavoretti ne risentono non poco e la lista delle cose da fare invece aumenta in maniera terrificante... dovevo fare un cappellino per mia cognata con lo scaldacollo, e io che mi invento? Che le faccio anche la sciarpa, perchè ho preso della lana in più e già che ci sono... già che ci sono un piffero!!!!
Tra l'altro mi è venuta l'idea di provare un nuovo modello sul quale non sono per nulla sicura... (chi volesse aguzza gli occhietti e sbircia il kk di sotto e tenta di individuare l'esperimento!!!)

Un classico comunque delle giornate del mal di testa è il giardinaggio... pensate infatti che i miei siano di quelli che beneficiano di una dormita o comunque di una bella posizione distesa a letto??
NO!
Quando ho mal di testa io cammino, giro, mi remeno per casa anche tutta la notte mentre il signor Notaio dorme il sonno del giusto, all'occorrenza mi taglio le unghie (mi è capitato di tagliarmi anche una giacca), piego le maglie del bucato, porto in casa le orchidee,
le sanseverie


e all'occorrenza le taglio in questo modo inverecondo, altrimenti neanche mi entrano per la porta di casa...
non che oggi comunque sia stato peggio del solito... statisticamente diciamo anzi che è andata meglio del solito... però stasera il mio umore non è il massimo...
si capisce?

domenica 26 settembre 2010

Esperimenti con Silk Ribbon e manualistica

Dopo aver tergiversato per quasi due annetti, durante i quali ho fatto per di più punto erba e fermato ricami altrui, mi sono decisa a tentare un modellino di borsa con ricamo Silk Ribbon per il gruppo del mercoledì...
Dovendo essere sincera non è proprio proprio uno dei miei generi di lavoro preferiti, però è innegabile che i risultati possono essere molto belli e soprattutto fino ad ora si sono venduti bene...
Bene, capiamoci, nel senso che, siccome lavoriamo per beneficenza, quel che uno paga alla fine è il materiale e, il di più, lo paga per la beneficenza. Dovesse pagare il tempo che ci vuole, beh quello sarebbe un altro paio di maniche!
Viste le mie ancora scarse conoscenze in materia ho tentato tre punti facili: punto foglia (e che ci vuole... è una filza!), punto nodini (nodi volontari) e delle roselline...
Sicuramente la resistenza a questa tecnica deriva dal fatto che quando si passa il nastro da sotto a sopra e anche da sopra a sotto bisogna gestirlo correttamente perchè non si attorcigli e a me non riesce proprio di usare il telaio da ricamo, che faciliterebbe tantissimo il lavoro!!! Ci ho provato ma è come avere un oggetto estraneo che non sò bene come gestire! E pensare che Rosanna si porta dietro ancora quello di quando era bambina! Forse quel che mi mancano sono proprio le basi!
Comunque il ricamo è quasi finito, dopo di che passerò alla costruzione della borsa vera e propria... spero... sempre che la fliselina che ci devo attaccare sotto non si incolli malamente... mah non mi sento per niente sicura con questo lavoro!!!
Dover fare per me è una cosa, farlo per gli altri è tutto un altro paio di maniche, mi sembra sempre tutto pieno di difetti... e se poi la borsa non piace e non la compra nessuno????

Cosa che invece non mi crea alcuna ansia è l'acquisto di qualche bel manuale, e per questi devo ringraziare HbcHobby che ha segnalato questo interessantissimo sito che non solo ha dei prezzi molto buoni, ma è anche super veloce nelle spedizioni.
Il primo è praticamente un'enciclopedia di 300 pagine con ogni o quasi ogni tipo di piega fatta con la stoffa (ma non il bellissimo punto pettegolezzo di cui parla Scarabocchio)

Il secondo illustra varie tecniche per stampare a mano e usare stencils... per questo avrei già anche il colore per tessuti (sempre che sia ancora buono anche se ha qualche annetto) nonchè il foglio di crepla, le taglierine e un rullino... ma andrà in coda alla lista delle cose da fare: due berrettini, borsa di cui sopra, pantaloni da mezza stagione, porta spille, nuovo cuscino per la macchina.... di questo passo mi ci dedicherò giusto forse a gennaio....
Buona settimana!

domenica 19 settembre 2010

Telaietti (Knifty Knitter)

Qualche tempo fa Scarabocchio ha acquistato in rete dei fantastici telaietti che mi hanno attirato tantissimo, tant'è che li ho presi anch'io...
Motivazione sopra tutte la necessità di "produrre" degli scaldamuscoli (e non degli "strizzamuscoli" come gli ultimi acquistati.. carini, ma assolutamente stretti!!), per i quali ho utilizzato della lana riciclata, con una piccola percentuale elastica, usati in precedenza in cappellini ormai piccoli e infeltriti.
Ecco il risultato ottenuto con il telaietto rosso (31 buchi)
e due punti diversi: per i bordi sopra e sotto il punto più semplice, senza neppure far girare il filo intorno al perno (quello della caterinetta insomma e curando molto la tensione del filato), per il corpo il punto one over two stitch.
E poi, come dice la stessa Scarabocchio, la tecnica è così carina e così rilassante che mi ha invogliato a slanciarmi in qualcosa di più complesso (niente calze però!!) ovvero un completino: berretto, scaldacollo e scaldamani, e anche qui gli stessi due punti...
Il cappellino è stato fatto con il telaietto più grande (il giallo 41 buchi), così come lo scaldacollo, mentre per gli scaldamani ho utilizzato il telaietto blu... però.. lo confesso.. barando un pochino... perchè per fare i pollici ho dovuto usare il mio fido uncinetto!!
Unico difetto, è l'impossibilità di provare il capo prima che sia smontato dal telaietto, e infatti il berretto avrebbe dovuto avere la fascia più alta, come va di moda quest'anno... ma tanto di questa lana ne ho ancora altrettanta.. vorrà dire che al prossimo aumenterò i giri!!

Buona domenica!

giovedì 16 settembre 2010

LA VINCITRICE E'...

Premetto che detesto tutti i giochi a quiz dove le risposte te le fanno aspettare buoni 3/4 minuti, con concorrente e conduttore che si guardano con occhi da pesce lesso per creare una specie di "suspence".. quindi senza indugi vi documento l'estrazione appena avvenuta.. ad opera del signor Notaio che ha miscelato e rimiscelato i bigliettini in un'urna decisamente casalinga onde procedere all'estrazione della vincitrice
che risulta essere
.......................................................... TIZIANA ......................................
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

ovvero una veeeeeeecchia (non te la prendi vero se ti dò della vecchietta? tanto sono più vecchia io!) conoscenza di questo blog!!!


Un sentito grazie comunque a voi tutte per la partecipazione, così numerosa in paragone ai miei precedenti concorsini, e i gentilissimi commenti al blog e alle mie borsine, nonchè un altro grazie per le nuove lettrici... con calma conto ora di venire a curiosare in ogni vostra casetta virtuale, anche se avevo cominciato a farlo appena erano arrivate le prime adesioni... ma poi si erano rivelate talmente tante che le visite sarebbero state superficiali e avevo preferito soprassedere ... (avviso però che tralascerò facebook con cui non ho dimestichezza).


Quindi.. che dire ancora?.. la busta con le bollone l'ho già comprata... Tiziana... mandami l'indirizzo che ti spedisco il tutto presto presto...


E grazie ancora a tutte!