sabato 31 luglio 2010

Nuova attaccatura di manici per borse

Per prima cosa perdonate la qualità delle fotografie.. il fatto è che anche oggi ho mal di testa (sono ripetitiva lo sò..) comunque ecco qui un'altra ipotesi di manici.
I manici in verità sono eguali a quelli che ho fatto vedere in aprile 2009, ovvero c'è il famoso cordone a tre capi ricoperto da un tubolare all'uncinetto (n. 2) di soli 8 punti bassi, però il tubolare viene interrotto alle due estremità con 14 giri di punti bassi avanti e retro.
Si prende quindi un anellino abbastanza robusto, anche di plastica, di quelli che si usano per le tende, e lo si ricopre con un giro molto fitto di punti bassi.

Si posiziona l'anellino ricoperto come sopra.


Quindi con un filo dello stesso colore dell'uncinettato con l'ago si cuce l'estremità visibile del cordone bianco al cordone interno.
Mi spiego: l'importante è che quando si passa l'ago nel manico dietro in realtà l'ago si passi nei buchi dell'uncinettato, ovvero l'uncinettato in realtà non deve essere incorporato, ma il cordone interno sì!
Anche se a vista la cosa è bruttina.. niente paura!
Come si vede nella foto sotto facendo come dicevo, dietro non si vede traccia del passaggio del filo.
Quindi si ripiega il pezzettino dei 14 giri come da foto.

e lo si fissa al manico.
Il risultato finale (un capo mostra il davanti e l'altro il dietro) mi sembra molto pulito e carino.

Adesso dovrei attaccare il tutto al corpo borsa (quello che si intravede sottostante), ma cribbiolina!! mi manca proprio un pezzettino di canetè del giusto colore..
Niente paura, non è che abbia così fretta per questa borsa... sono un paio di anni che è in corso.. giorno più giorno meno che vuoi che sia!!

domenica 18 luglio 2010

Portauncinetti all'uncinetto

Ci sono molti portauncinetti in circolazione, ma francamente a me il modello che li tiene riposti uno per uno, come fossero pennelli, non sembra molto pratico.

Quindi ecco il mio modello: uncinettato a punto basso (uncinetto n. 3,5 e 5 fili n. 8) nelle sfumature che vanno dal giallo, al rosso, all'arancione.
Non è carino il bottone rosso?
Mi stufa tutte le volte cercare un bottone adatto per i miei lavori e quindi questa volta ho preferito farmene uno da me.
Non c'è una sola tasca, bensì due: tasca sotto e tasca del risvolto e tutte e due sono chiuse dalla cerniera verde..

Il verde messo così mi ricorda gli spinaci che restano fra i denti...

a lato con la cerniera ho fatto un'asola in cui ho inserito un anello di quelli che si usano per i portachiavi Ecco qua la folla dei miei uncinetti in multi misura... Però oltre agli uncinetti servono anche gli aghi.. quando si uncinetta ci sono una miriade di fili da sistemare e servono aghi dei diverse misure, con punta e senza. Quindi la tasca sopra ha come scopo quello di custodirli sopra un apposito cuscinetto .. cuscinetto dotato di risvoltino (così la punta degli aghi non si impiglia quando si rimettono a posto)..

Comunque, volendo, il modello si potrebbe usare come portaocchiali e nella taschina si potrebbe mettere il fazzolettino per pulirli...
Mi sà che dovevo mettere questa foto prima dell'altra..

Mi sà che ho un mal di testa terribile!!!! Buona settimana....

Portauncinetti o portaocchiali all'uncinetto


E' un bel pò che non tutorializzo qualcosa.. anche perchè avere idee originali non è che succeda tutti i giorni oppure magari qualche ideuzza c'è ma bisogna essere in grado di trascrivere i punti che si fanno man mano (cosa non facile perchè a volte neanche si capisce bene quel che si stà facendo) e comunque qualche foto per un tutorial serve sempre...

Comunque passiamo alle istruzioni per questo porta uncinetti o portaocchiali:

Uncinetto: n. 3,5
Filato di cotone n. 8 in diverse sfumature dal giallo al rosso all'arancione. Vengono lavorati 5 fili insieme e ogni due o tre giri si cambiano uno o due o anche tre fili secondo il proprio gusto.


1 giro) 16 catenelle
2 giro) 15 punti bassi, poi invece di tornare indietro fare nell'ultima catenella un totale di 4 punti in modo da cominciare a lavorare in tondo riprendendo le catenelle nel lato sottostante non lavorato; nell'ultima fare 3 punti bassi e proseguire in maniera circolare
(ci sono ora un totale di 34 punti bassi da lavorare = 15 + 15+ 2 + 2)
3 giro) distribuire due aumenti ai lati del lavoro ( ci sono ora 38 punti bassi da lavorare = 34 + 4)

se non è chiaro ecco lo schema sottostante...

4 giro e seguenti) una volta formato il giro circolare si lavorano circa 16 - 17 cm; raggiunta la misura si smette di girare in tondo e si lavorano solo 19 punti bassi per un totale di 4 giri



(seguenti) alla fine del 4 giro si aggiungono 18 catenelle per fare la tasca sopra e si collegano al primo punto basso di questo 4 giro, in parole povere si deve ricominciare a lavorare il tondo - qui magari una foto ci voleva - e si cala un punto quando, proseguendo il lavoro, si ripassa sul 4° giro.


Se non è chiaro ecco lo schema sottostante (punti da 1 a 6)

si continua a lavorare in tondo per un totale di altri 9 cm poi si diminuiscono 4 punti bassi distribuendone due alle estremità laterali, il contrario di come si erano fatti gli aumenti al giro n.3, e quindi si chiude la punta prendendo i punti insieme, o in alternativa si possono cucire insieme.

Per foderare (altimenti gli uncinetti scappano o l'occhiale potrebbe strisciarsi) ho utilizzato una stoffa di cotone molto leggera, ho tagliato un lungo rettangolo poi ripiegato con le misure dell'uncinettato, ho fatto i due ripieghi eguali in misura a quelli delle due tasche, ho cucito prima i bordi dei risvolti, poi con la matita ho segnato i contorni (quasi) esatti del porta, ho cucito il segno a macchina, però evitando di cucire fino alla fine di ogni tasca (circa 1/2 cm in meno), e quindi ho rifilato la sagoma a mano ho appuntato la cerniera come da foto a fondo cerniera ho inserito un anello in metallo, ecco le cuciture come risultano sul davanti.. sul dietro... ho quindi inserito la fodera nell'uncinettato, e l'ho cucita a mano con un punto invisibile. il bottone è stato fatto con due quadratini in filato solo rosso (4 fili - uncinetto n. 3: 6 catenelle e 5 punti bassi x 5 giri) cuciti insieme e leggermente imbottiti con ovatta sintetica;

l'asola sono 14 catenelle doppiate con 14 punti bassissimi e fissate come da foto

Non è che il bottone sia scorrevolissimo... ma con questo caldo non ho le energie per andare a comprarne uno, proprio non funzionasse posso sempre cambiarlo in un secondo tempo.
Ecco finito il tutorial.. decisamente più facile fare il lavoretto che questo...

giovedì 15 luglio 2010

Che afa che fa...

E' indubbio che il caldo ispira alcune forme di vita..
però 34.9 gradi all'ombra e a nord a me sembrano proprio tantini
poi anche in casa non è che qui si tenga il condizionatore a manetta, senza contare che la camera da letto è la stanza più calda
e la pressione ne risente non poco...
quindi , allora, cosa uncinettare???
.... sciarpine per quando si entra nel supermercato con temperatura polare...
Decisamente il colmo...

domenica 11 luglio 2010

V come verde

Questa settimana ho uncinettato ma non finito: vorrei tanto finire finalmente alcuni dei miei ufo "annuali" ma al momento credo di avere quasi una resistenza psicologica alla cosa, vorrei appunto, ma finita una cosa ne inizio tre di nuove, è decisamente più forte di me...
Perchè appunto all'improvviso mi viene voglia di fare qualcosa di nuovo, come questa piccola medusa verde..
Di cos'è fatta?..
OK spariamola grossa!! Giada sintetica e perline vintage... aka una ex bottiglia di plastica che conteneva thè verde e perline che risalgono alla mia infanzia!!
Aggiungiamoci un pò di filo di nailon, l'uso della forbice, un ago da lana non troppo grosso, un pò di tempo a disposizione ed ecco il risultato.
Particolare della parte superiore... (che poi è il fondo della bottiglia)
e della parte finale, con i pezzi in forma triangolare, presenti già nella forma stessa della bottiglia
Comunque questa è stata la domenica del verde, anche nella pizza.
Perchè io niente pomodori (niente nickel) e quindi la parte con i pomodori se la pappa il signor notaio mentre la parte verde, che sono delle zucchine cotte con un pò di olio e sale e poi schiacciate con la forchetta sono di mia pertinenza
poi ci metto sopra un pò di prosciutto cotto, carciofini e pecorino (si beh.. sarei anche allergica al formaggio ma in realtà lo tollero, basta non sia un formaggio fresco), mentre il signor notaio ha l'imbarazzo della scelta su cosa metterci sopra e a fine cottura... voilà...
ohibò.. il mio lato verde adesso è a destra..
però posso assicurare che il risultato è perfetto... anche senza pomodoro si tratta di una signora pizza!!
Buona settimana!

domenica 4 luglio 2010

Mamma 2 - il ritorno

Orbene... i miei free form sono diventati rettangolari, però ancora si pone la questione dei manici, perchè sì potrei ordinarli però no, preferirei vederli dal vivo anche perchè non costano pochissimo.. morale penso aspetterò o una qualche ispirazione alternativa oppure la fiera di settembre (e poi mi piace andare in fiera con una certa lista della spesa).
Avrei anche una borsetta quasi finita, ma oggi proprio non avevo voglia di cucire e allora ne approfitto per far vedere alcuni lavori di mamma.
Questo è il suo ultimo centrino e per dare un'idea delle dimensioni l'ho fotografato appoggiato sopra un letto singolo e ci stà giusto giusto.
Che poi dire ultimo non è esatto, perchè ne ha già fatto un'altro eguale ma con alcune piccole modifiche che lo rendono ancora più piatto (nota bene che non è stato ancora stirato!!).
Questo invece è uno dei suoi lavori precedenti.
E questi invece sono alcuni tappeti parte del mio "corredo" fatti sempre da mamma.
Per quel che mi riguarda, a parte in cucina, non uso tappeti di tipo diverso, perchè trovo che questi siano veramente imbattibili.
Sono lavorati all'uncinetto a punto basso in un filato completamente sintetico che una volta trovavo sotto il nome di "leacril", mentre attualmente lo produce la Ornaghi con il nome "Oracril Elle", che va tranquillamente in lavatrice a 30 gradi.
Poichè ne ho parecchi li alterno molto, ma faccio notare che risalgono a 20 anni fa, e sono rimasti praticamente inalterati nel tempo, tanto che quasi uno spera che si usurino per cambiarli o farne di nuovi.

particolare della lavorazione


E' un filato che ha una palette di colori notevole e come si vede le possibili combinazioni sono tantissime.
Unico piccolo inconveniente è l'uncinetto, che deve essere di dimensioni veramente ragguardevoli per lavorare i vari filati miscelati insieme, dal n. 7 in sù.. bisogna abituarsi ad impugnarlo ma a mio parere ne vale proprio la pena.
Buona settimana!