domenica 22 maggio 2011

Le limitazioni e altre chiacchiere....

In certi periodi ho come l'impressione di non star facendo niente.... .... .... ma poi ci ripenso e mi rendo conto che più che altro non è che non stia facendo.. ..è che non stò finendo...
I miei progetti poi difficilmente iniziano e finiscono nella medesima direzione.
In genere parto con un'idea di base, con io che comincio a preparare i componenti in misure variabili, anche eccessive, che "presumo" mi serviranno.
Poi, in corso di causa, le idee mi si aumentano e modificano, alcuni componenti non servono più, altri si rendono necessari. E il tempo passa. In questo caso... se andrà come spero ne verrà fuori una borsa con fiorellini applicati e fodera timbrata con i fiorellini di sinistra della foto sopra (quelli più semplici).
Ma non è detto!!!! Potrebbe anche succedere che il progetto si estingua.. così.. puff!! le idee che improvvisamente vengono a mancare.. Amen.



Visto sotto certi punti di vista questo potrebbe sembrare un limite, soprattutto se mi rapportassi con persone che invece riescono a seguire un prodotto con una soluzione di continuità.. Già.. ma io non sono così.. e non è che ci ho messo poco per capirlo.. e non che il mio sistema sia migliore o peggiore... semplicemente è diverso... soprattutto per quel che riguarda la creatività.


Ci sono persone invece che si rapportano molto. Con altri, o peggio ancora, con ideali di risultato talmente esagerati da essere irraggiungibili, sia nella creatività che nel resto. Talmente faticosi da risultare quasi autodistruttivi.


Perchè non ci sono in giro solo persone che non hanno voglia di far niente (specialmente al lavoro), ma anche persone che tirano talmente il carretto da farsene schiantare... io non sono d'accordo... è chiaro... ma la vita è di chi la vive e l'unica cosa che posso fare è un abbraccio a queste ultime, e specialmente a una certa persona, che sò che ogni tanto passa di quà... e che spero oggi stia meglio dell'ultima volta in cui ci siamo viste...


Passando ad argomenti più leggeri chi invece ha concluso qualcosa è questa bella orchidea, una Potinara che ha fiorito dopo una pausa di due anni, forse stimolata dalla compagnia delle phalenopsis
ci ha messo un pò, ma ne è valsa decisamente la pena!


E per finire in bellezza questo post vorrei segnalare questa bella pubblicazione, risultato dell'ingegno e della creatività della bravissima Susy

come si può vedere (dal pollicione!!) io ho la mia copia... e voi che aspettate ad averne una?

9 commenti:

lineecurve ha detto...

Ascolto sempre con grande attenzione le tue riflessioni.
Buona domenica! :)

wonder perlina ha detto...

come sempre le tue piante sono bellissime. quanto al lavoro rimango del parere che bisogna lavorare il giusto, bisogna anche un po' godersi la vita. ciao, bellissimi i tuoi fiori uncinettati.

Paola - La Stanza Creativa di Paola ha detto...

saggia riflessione cara Tilly!! in effetti la vita ogniuno se la vive come meglio crede!! secondo il mio punto di vista l'hobby deve rimanere hobby per apprezzarlo come antistress e averne un vantaggio psico-fisico generale, questo vuol dire anche produrre quando si ha l'ispirazione, la necessità o la voglia.... altrimenti diventa un lavoro a tutti gli effetti con tanto di ulteriore stress, nervosismo, ansie da consegna... ecc ecc....
per il resto i tuoi fiori emanano molta serenità!!!
il tuo pollicione "verde" dovresti metterlo in foto anche con le piante... e non sono per mostrare le copertine delle riviste!! bacioni

Scarabocchio ha detto...

Di progetti creativi autodistruttivi non credo di averne mai affrontati: svuotanti però sì, parecchi!
Ma me ne accorgevo solo alla fine che mi svuotavano e non saprei nemmeno descrivere il tipo di svuotamento fatto certamente da un insieme di sentimenti contrastanti!

Purtroppo non sempre ognuno vive la vita come meglio crede, piuttosto c'è chi la vive come è costretto a viverla, lontano dalle proprie reali intenzioni, e forse questo porta irrimediabilmente a compiere errori, o a ritrovarsi in situazioni critiche che portano a quell'autodistruzione a cui forse si faceva riferimento!

Tilly, ma che bei timbroni che hai creato! Mi sembrano davvero grandi o ho preso una svista?
E tutti quei fiorellini uncinettati??? Chissà cosa starai tramando! No, non lo voglio sapere: voglio una Big Surprise, anche se dovessero passare altri 10 anni! ^^

Mi incuriosisce la storia del fiore che non fioriva da anni: chissà cosa regola la fioritura di certe piante...
Quel fiore giallo è bellissimo, non ne avevo mai visti di questo tipo!
Quanto dura il fiore?

OPS! Ho scritto tanto: quanto rompo!!! :P

Cari saluti al Sig.Notaio! :)

leideedisusy ha detto...

giuro... ero passata per vedere che stai combinando... e mi ritrovo linkata! *.*
Senti cmq wuei timbri sono bellissimi, non stressarti ma facci vedere presto come li hai utilizzati ;)
baci baci e grandi baci!

Tilly ha detto...

(Lineecurve) grazie! questa volta sono uscite mio malgrado, avrei proprio non averle dovute fare, ho cercato di far finta di niente... ma nisba...

(wonder perlina) grazie! dovrebbe proprio essere così per tutti..

(Paola) grazie! però mamma ad esempio invece quando comincia una cosa la deve finire.. cascasse il mondo!! (e pensare che invece io anche a Natale per i regali sono sempre in ritardo!

(Scarabocchio) Beh si.. le mie riflessioni svolazzavano intorno al concetto delle limitazioni.
Per quel che riguarda il settore hobbystico c'è stato un periodo in cui non riuscire un progetto mi deprimeva (molto) e mi fermava proprio perchè pensavo di dover ottenere qualcosa di perfetto!
L'autodistruttività invece entra in campo quando si pensa di poter fare tutto e tutto bene e si continua a provare fino allo sfinimento delle proprie risorse fisiche e mentali... Non sarebbe meglio invece accettare di avere dei limiti? E' così grave riconoscere serenamente di poter arrivare fin lì e non oltre?
Se ci sono situazioni dalle quali non si può sfuggire poi è un conto, ma ci sono casi in cui basterebbe invece cambiare il proprio modo di pensare per vivere un pò meglio...
Grazie per timbri e fiori! (lì è mio papà che ha strapazzato la pianta.. prima che si riprendesse c'è voluto un bel pò)

(Susy) Grazie!.. ehhhhhh ci tenevo proprio a fare questo link!!

sculturedifilo ha detto...

Io ho lasciato una donna invisibile a metà...mi sta ancora spettando

Froda ha detto...

Mi trovi perfettamente d'accordo, ci sono momenti in e out e la creatività vaga. Poi ci sono quelli che sembra non abbiano mai pace e.. boh, non invidio e non denigro, ognuno è quello che è. =) Ehy! Ma quanta filosofia oggi =p Voglio quei timbri, ci deve essere il trucco per farli così lisci! *-*

Tilly ha detto...

(Froda)Per i timbri ho trovato molto interessanti e soprattutto istruttivi questo video e i collegati e te li consiglio:

http://youtu.be/cjkDp0luUZI

(sculturedifilo).. la cosa mi incuriosisce...