domenica 22 maggio 2011

Le limitazioni e altre chiacchiere....

In certi periodi ho come l'impressione di non star facendo niente.... .... .... ma poi ci ripenso e mi rendo conto che più che altro non è che non stia facendo.. ..è che non stò finendo...
I miei progetti poi difficilmente iniziano e finiscono nella medesima direzione.
In genere parto con un'idea di base, con io che comincio a preparare i componenti in misure variabili, anche eccessive, che "presumo" mi serviranno.
Poi, in corso di causa, le idee mi si aumentano e modificano, alcuni componenti non servono più, altri si rendono necessari. E il tempo passa. In questo caso... se andrà come spero ne verrà fuori una borsa con fiorellini applicati e fodera timbrata con i fiorellini di sinistra della foto sopra (quelli più semplici).
Ma non è detto!!!! Potrebbe anche succedere che il progetto si estingua.. così.. puff!! le idee che improvvisamente vengono a mancare.. Amen.



Visto sotto certi punti di vista questo potrebbe sembrare un limite, soprattutto se mi rapportassi con persone che invece riescono a seguire un prodotto con una soluzione di continuità.. Già.. ma io non sono così.. e non è che ci ho messo poco per capirlo.. e non che il mio sistema sia migliore o peggiore... semplicemente è diverso... soprattutto per quel che riguarda la creatività.


Ci sono persone invece che si rapportano molto. Con altri, o peggio ancora, con ideali di risultato talmente esagerati da essere irraggiungibili, sia nella creatività che nel resto. Talmente faticosi da risultare quasi autodistruttivi.


Perchè non ci sono in giro solo persone che non hanno voglia di far niente (specialmente al lavoro), ma anche persone che tirano talmente il carretto da farsene schiantare... io non sono d'accordo... è chiaro... ma la vita è di chi la vive e l'unica cosa che posso fare è un abbraccio a queste ultime, e specialmente a una certa persona, che sò che ogni tanto passa di quà... e che spero oggi stia meglio dell'ultima volta in cui ci siamo viste...


Passando ad argomenti più leggeri chi invece ha concluso qualcosa è questa bella orchidea, una Potinara che ha fiorito dopo una pausa di due anni, forse stimolata dalla compagnia delle phalenopsis
ci ha messo un pò, ma ne è valsa decisamente la pena!


E per finire in bellezza questo post vorrei segnalare questa bella pubblicazione, risultato dell'ingegno e della creatività della bravissima Susy

come si può vedere (dal pollicione!!) io ho la mia copia... e voi che aspettate ad averne una?

domenica 1 maggio 2011

Borsa all'uncinetto in lana cotta

E finalmente anche questa borsa è finita!
Quasi (solo quasi) mi spiace, perchè sono agli sgoccioli con questo tipo di lana che si infeltrisce così bene, e l'alternativa in circolazione non mi convince molto sia per colori che per spessore, decisamente grosso per i miei gusti.
Per la lavorazione ho usato il quadrato fatto ad ELLE già utilizzato, proprio circa un anno fa in un'altra borsa (ma con risultati visivi diversi), e in un'altra similissima a questa (non in mio possesso). Chi gira in rete, conosce l'uncinetto e le piastrelle che ci sono in circolazione, nonchè i libri che ne trattano, sà benissimo che nè il quadrato nè la presente disposizione è stato inventato dalla sottoscritta... quindi sgombriamo subito il campo sulla questione.
A me piace e lo fò... per come la vedo io l'importante è non attribuirsene il merito...
Che poi per me il quadrato era carino anche prima dell'infeltritura.. e anche nel rovescio.. insomma è un quadrato che mi piace proprio molto molto e non potevo proprio non avere una borsa così nella mia "collezione"... Peccato solo che alcuni colori li ho dovuti centellinare limitandoli a un solo lato, mentre l'altro, più "porello", ha un'aria decisamente più seria e compassata... E l'interno? Finalmente un pò più brioso dei miei monocolori..grazie alla famosa foderina timbrata...

Buona settimana!!