domenica 26 giugno 2011

Mamma e sanseverie

Per cominciare vorrei ringraziare per tutti i carinissimi messaggi di augurio ricevuti nel precedente post... per quanto riguarda mamma, per il momento le cose vanno benino, nel senso che è stata operata e adesso dovrà attendere almeno un mese per aspettare di caricare peso sulla gamba. A detta del medico la caduta è stata brutta e d'altronde l'avevamo capito perchè l'operazione per rimettere i pezzi a posto è durata ben due ore e mezza..


Per il momento più che altro siamo alle prese con problemi "pratici" perchè vivere a letto 24 ore su 24, al di là di quello che ti fanno in ospedale, è una vera impresa. A parte le cose basilari di competenza delle infermiere, il resto, come il lavarsi i denti, viso e piedi sono cose difficoltose, anche se comunque ci stiamo organizzando benino...


Quel che però mi stupisce è come pensino che un malato costretto a letto possa mangiare se gli portano per cena una mozzarella Santa Lucia chiusa in busta.... in più mamma ha un caratterino non da poco e purtroppo ci sente anche troppo bene.


Per fare un esempio ieri sera la cena consisteva appunto nella famosa mozzarella, zucchine in umido e riso.. boh... credo fosse al pomodoro. All'inserviente ha contestato che non era quel che aveva segnato la mattina e che allora era inutile che continuassero a chiedere visto che tanto vengono portate le cose a caso... l'inserviente le ha risposto che si contentasse di quel che passava il convento e che una volta le cose andavano peggio...


Beh.. forse scritto così non suona tanto male.. ma vi assicuro che i toni di entrambe erano decisamente bellicosi.... inutile i miei richiami a mamma... io capisco le sue ragioni, ma lì ci deve stare almeno un mese.. per non parlare del fatto che ha già questionato anche con almeno un infermiere.. ieri sono arrivata e il tipo, quando mi ha visto ha sentenziato... ah lei è la figlia della signora della stanza 30...


E in più il rumore continuo della gente che gira, degli infermieri che parlano, dei macchinari in funzione non la fa riposare.. con ulteriore peggioramento dell'umore tanto che stiamo pensando di portarle dei tappi per le orecchie.

Quel che mi consola è che ogni giorno che passa va un pò meglio e quindi ...


per augurare a tutte una buona domenica ecco le foto delle ultime fioriture delle sanseverie e un piccolo consiglio: nonostante quel che dicono i fioristi, queste sono piante da concimare periodicamente come piante grasse che, una volta che il vaso sia pienotto, devono essere divise, cambiando la terra e tenendo solo alcuni esemplari, altrimenti, almeno a me, non fioriscono proprio...
Ah... e dimenticavo anche la foto di questa piccola grassa che avevo già da qualche anno e che non aveva mai fiorito in precedenza... insomma... non che io stessa sia poi così brava, ma a parer mio la pazienza a volte premia...

venerdì 17 giugno 2011

Avviso

Mamma è caduta e si è rotta un femore.. a 86 anni non è uno scherzo... quindi per il momento un saluto a tutte e un arrivederci a presto.

sabato 11 giugno 2011

Borsa all'uncinetto colore ecrù

In genere non amo ripetere i modelli, ma a volte conviene fare un'eccezione, specialmente se il modello è semplice ma abbastanza d'effetto.

A differenza della borsa precedente, in verde e anteriore alla creazione di questo blog, ci sono i manici, di cui sono particolarmente contenta.

Semplici semplici come piace a me, poco costosi, robusti e in canetè. Un canetè di 5 cm messo doppio, cucito ai due lati e poi piegato a metà e cucito di nuovo in un lato.

Prima o poi ci farò un minitutorial, davvero...


Altra cosa che mi piace di questa borsa è la chiusura.
Le cerniere sono sempre brigose da attaccare e i bottoni non riscuotono la mia simpatia. Questo tipo di chiusura invece, che ho usato spesso, è semplice e facile. E soprattutto sicura.


Si fa un bel cordino con il tricotin, magari utilizzando due colori e si abbinano bottoni o alamari per le estremità.. un bel fiocco e la sicurezza è salva... Il filet è del tipo stretto: un punto alto e una catenella, e le decorazioni fatte usando colori e gomitolini residui.
A volte fatico molto e molto di più e ottengo molto meno.
E a proposito di fatica vorrei esortare tutti ad andare a votare domani.. che poi uno metta si no si no... votate quel che volete basta che andiate a votare..


Per quel che può valere la mia opinione in primo luogo è l'unico momento in cui ci viene chiesto veramente di esprimere il nostro pensiero, in confronto al quale ogni altra nostra espressione equivale alle 4 chiacchiere che si fanno al bar o fra amici.


In secondo luogo la mia anima ecologista freme di fronte al terribile spreco di denaro che significherebbe un voto (anche non conforme alle mie opinioni) privo del quorum necessario.. Non "sprechiamo" un nostro diritto...

sabato 4 giugno 2011

Fiori, prefiori e timbri di fiori...

La stagione è quella giusta e anche quest'anno le hemerocallis fioriscono
il caprifoglio fiorisce

le sanseverie stanno per fiorire



e i miei esperimenti con i timbri continuano..

Sento sempre più la voglia di sperimentare con timbri e colore e in genere le tecniche miste, ma la materia è decisamente ostica anche perchè a me interessano solo la stoffa e non la carta come supporto.


Ci sono un sacco di materiali e non è facile capire bene come usarli.. ad esempio mi intriga molto il trasferimento immagini su stoffa e avrei anche trovato un medium che crea un gel con cui si sposta la detta immagine... ma dopo come si incolla sul supporto di stoffa?


Mah...