sabato 21 gennaio 2012

ARTE E TECNICA DELL'UNCINETTO - 200 moduli quadrati - Jan Eaton - Edizioni Il Castello


DATI GENERALI
Libro molto conosciuto e molto recensito nei siti internet di vendita libri, dove attualmente risulta facilmente reperibile. In mio possesso l'edizione del 2005, mentre in circolazione si trovano alcune ristampe successive per un costo che va dai 19,50 ai 16.57 euro. 
Nel libro vengono illustrati numerosi quadrati utilizzabili per ottenere copriletti, copertine o cuscini.


STRUTTURA

Il testo si divide in alcune sezioni.

- La prima si occupa di fornire diverse modalità di abbinamento dei quadrati con particolare attenzione ai colori, sfruttando nel contempo i diversi "versi" di lavorazione dei quadrati.

- La seconda propone 12 lavori tra coperte, copertine e cuscini.

- La terza descrive 212 quadrati, corredati da una fotografia, il senso di lavorazione (ricordiamoci che si può ottenere un quadrato lavorando in diagonale, a Elle, in tondo e più tradizionalmente in orizzontale), la spiegazione per esteso, nonchè un suggerimento finale di tre possibili quadrati da abbinare.

- La quarta descrive le tecniche basilari di lavorazione dell'uncinetto e alcuni possibili bordi di finitura. 

PRO
Indubbiamente interessante la prima parte, che non solo aiuta a utilizzare e miscelare i colori per creare un proprio progetto, ma sfrutta appieno il senso di lavorazione dei quadrati e le figure che ne derivano, con palese rimando alle tecniche di composizione del patchwork, ovvero l'ottenimento di figure complesse a partire da figure più semplici.
Bellissimi i progetti proposti con gusti che spaziano dal classico, al romantico e quasi allo psichedelico (bellissima coperta!).

CONTRO
La terza parte invece ahimè riserva qualche elemento negativo, in primis la mancanza di schema per ogni quadrato, a favore della sola descrizione per esteso.
Secondo elemento negativo è il numero dei quadrati proposti.
Senza contare che dei 212 proposti alcuni hanno come base il granny (chiamiamolo anche old america o vecchia america), altri la lavorazione a Elle, altri ancora la lavorazione in diagonale, dal n. 101 in poi il conteggio dei suddetti risulta oltremodo fantasioso. 
Mi spiego.
Il quadrato n. 101 presenta una foto ed una spiegazione.
Nonchè, nella stessa pagina, altre 3 foto dello stesso quadrato in ulteriori diversi colori, con un conteggio che sale dal 101 al 102, al 103 e al 104.
Quattro quadrati differenti solamente per i colori usati, ma conteggiati tutti come fossero diversi.  
Sarà.. ma si sorge spontaneo dissentire da questo tipo di conteggio, e considerare che i quadrati dal 101 in poi siano solo 28. Per un totale decisamente inferiore ai 212 dichiarati.
     
CONCLUSIONI
Irritanti i contro, ma favolosi i pro, soprattutto per chi ama il colore.
Personalmente lo trovo una grande fonte di ispirazione (vedasi sotto)
forse però non molto adatto per chi vuole moduli più complessi.
Magari, prima di acquistarlo, meglio darci un'occhiata per essere sicuri che sia coerente con i propri gusti.

5 commenti:

Scarabocchio ha detto...

Ce l'ho! Terza edizione: agosto 2010.
Concordo sul fatto che quello che manca tanto sono proprio gli schemi di ogni singolo quadrato: da neofita preferisco seguire gli schemi e non le spiegazioni che tra sigle e descrizioni talvolta poco chiare, confondono le idee e portano a sbagliare.
La prima volta che ho sfogliato il libro, dopo una fase iniziale di euforia, ho provato in seguito una leggera sensazione di "fregatura" che si rifà appunto a quello che hai notato anche tu, ovvero il conteggio dei quadrati con inclusione di suggerimenti riportanti solamente semplici differenze cromatiche.
Se sfruttavano quell'area della pagina per includere lo schema anzichè le varianti, questo libro sarebbe stato l'eccellenza!

Quello che ho apprezzato sono i simboli che indicano il tipo di lavorazione (a righe o in tondo), la segnalazione del grado di difficoltà, i suggerimenti per eventuali abbinamenti dei primi 100 quadrati (combina e armonizza) e l'accenno finale alle tecniche, che torna sempre utile quando non ci si dedica con costanza all'uncinetto e le lunghe pause tendono a far dimenticare i basilari!

Tilly ha detto...

Hai espresso esattamente le mie emozioni!! Nella recenzione ho cercato di essere "politicamente corretta", ma ho provato proprio quel che hai detto!
Per quanto riguarda lo schema di solito lo faccio da me o mi riscrivo il tutto per esteso (le sigle sono un pò la pecca di tutti questi manuali...)o magari faccio le due cose insieme, per la copertina ad esempio ho fatto così.
Come noti anche tu, bastava così poco...

Susy ha detto...

brava Tilly mi piace questa idea delle recensioni! Chissà se abbiamo dei libri in comune? :)
Io i nquesto periodo sono molto tentata dall'acquisto di un dizionario punti per la maglia ma sai bene che ce ne sono un'infinità... Tu ne hai? Oppure conosci dei titoli da consigliarmi? baci smackkks

tiziana ha detto...

ma che belli questi lavori!!
un saluto tiziana

Monica mimangiolallergia ha detto...

che brava che sei, mi piace questo taglio dei tuoi post:) e mi piacciono da pazzi le tue creazioni, da sempre... non finirò mai di dirtelo.
Ma... ho letto male qui e là o tu di tanto in tanto realizzi anche "articoli" per beneficenza?