venerdì 6 gennaio 2012

(Art) Mobile 2012 ... d'ufficio

Ultimo vero lavoro del vecchio anno?
Un mobile... e guarda caso primo lavoro del nuovo anno... un mobile.
Per questo ho utilizzato del cartoncino di diversi colori (questo era da buttare e quindi i colori non sono tantissimi) che ho tagliato con la Big Shot e la fustella a fiore.
I fiori fustellati sono stati plastificati con la plastificatrice (dal signor Notaio)
Quindi ritagliati con una forbicetta appuntita  lasciando un margine di circa 1/2 cm oltre il cartoncino.
Con una punzonatrice per cinture, usando la misura più piccola, ho fatto un foro su ogni fiore (sulla parte plastificata, non sul cartoncino).
Ho disposto sul tavolo di lavoro (come nella foto sotto)i fiori, cercando di alternare il più possibile i (pochi) colori.
Ho tagliato quattro fili di nailon del doppio della misura di quanto risultavano all'incirca lunghe le 4 colonne ottenute con i fiori fustellati.
Con il filo di nailon e perline di colore rosso e bianco ho assemblato le righe (vedi sempre foto sopra).
Quindi le 4 righe ottenute sono state legate al supporto usando come distanziatori sempre le perline.. Notare che il supporto ha anch'esso d'origine... d'ufficio... insomma.. una costina di quelle che viene usata per rilegare insieme più fogli che in questo caso è stata gentilmente bucata con il trapano dal signor Notaio.
Et voilà...
Nella sua destinazione finale..
Insieme ai suoi "fratelli"...
All'inizio avevo anche pensato di timbrare ogni fiore con una parola tipo... amore... pace... serenità... nuvole... e così via...
Una specie di mobile beneaugurante per il nuovo anno insomma, ma poi ho pensato che, scaramanticamente, era meglio immaginare di volta in volta una parola diversa su quei fiori... a seconda dell'umore del momento...
Hai visto mai...
Buon inizio anno e buona festività della befana!

11 commenti:

Elisa 2011 ha detto...

Buon anno anche a te e complimenti perl'idea.

Scarabocchio ha detto...

aaaaaaaaaaah che idiota che sono!
Avevo letto "mobile" e non "mobail" e quindi ero convinta ti fossi data alla falegnameria! :D :D :D

Un lavoro di immane pazienza: non tanto per la fustellatura che di per se è anche divertente, quanto per i ritagli del dopo plastificazione.

Bellissima la tua collezione di mobile - tintinnaboli - catturasogni (ognuno li chiama in un modo): il pezzo forte però resta quest'ultimo che mi piacerebbe emulare, ma sooolo a U.F.O. conclusi! Promesso!
E la lista delle cose da fare si allungaaaaa... ;)

cinziacrea ha detto...

Molto carino!!!!!
Mi piacciono i mobail, specialmente quelli "riciclosi"
Anche io preferirei annotare una parola a seconda della situazione ....come dice quello, non ci credo....ma meglio non sfrugugliare.
Un baciotto e buon tutto quello che vuoi.

Tilly ha detto...

(Elisa 2011) Grazie! e ricambio!

(Scarabocchio) Grazie! Il nome comunque è controverso... io li chiamo addirittura fantasmini (hai presente il lenzuolo del fantasma che ondeggia?)
In realtà si chiamerebbero art mobiles (infatti ho cambiato anche il titolo del post) solo che nel mio caso usare "art" mi sembrava... esagerato!!!
In ogni caso sei in buona compagnia con gli ufo...

(Cinziacrea) Grazie! Hai centrato il punto! Questo è stato fatto in gran parte con con materiale d'ufficio che altrimenti sarebbe stato gettato!

Susy ha detto...

mmmm mi piace quest'idea Tilly... con un po' do perle e paiette e un bel po' di lavoro in più ci si potrebbe fare una tenda *_*

wonder perlina ha detto...

che pazienza, che meraviglia questi sonagli fiorellosi, che bravo signor notaio che li ha plastificati! brava, buon anno creativo!

Scarabocchio ha detto...

Pensavo: ma se per dimezzare il lavoro prima di fustellare si plastificasse il foglio intero?
Forse ho anche la risposta, che è negativa, perchè sò bene che non si possono rifilare le cose plastificate che si sfalderebbero irrimediabilmente.
Ma questo però vale con carte tipo documenti, tessere, che uno porta sempre dietro sollecitando le aderenze: in questo caso però i fiori non subiscono chissà quali stress, quindi la soluzione ci potrebbe stare.
Da una parte però è anche bello vedere il bordino trasparente intorno ai fiori...

...vabbè, fà come se non fossi proprio ripassata da qui! :D :D :D

Tilly ha detto...

(Susy) Grazie! Ma tu mi leggi nel pensiero... una tenda così è uno dei miei lavori da sogno nel cassetto... prima o poi è cosa che devo proprio fare!!

(Wnder Perlina) Grazie! Questa volta il signor Notaio ha contribuito anche lui, sia con la plastificatrice che con il trapano!

(Scarabocchio) No no!!! Mi fa piacere questo pensiero seguente! Ci avevo effettivamente pensato.. e le mie perplessità erano eguali, ovvero la sfaldatura... Poi giusto per essere sicura ho optato per la soluzione attuale. C'è da dire però che in realtà la rifilatura non è stata poi così terribile, perchè essendo i petali abbastanza stretti non è che ho dovuto sforbiciare proprio tantissimo. Quel che ha preso più tempo invece è stato l'assemblaggio con il nailon che sfuggiva da tutte le parti, con la necessità di fissare con più nodi ogni fiore (altrimenti il nailon si slegava da solo), con le perline...

Pia ha detto...

Cara Tilly, il tuo "mobile" è riuscito benissimo! Anch'io amo questi cosi che appendi e che quando passi...si muovono e magari tintinnano. Mi tengono compagnia. Il primo dell'anno mi sono fatta così una piccola tenda di cuori in gesso che ho appeso alla porta. Solo guardarli ti mette allegria!

Tiziana ha detto...

Ma che bella questa idea, mi piacciono molto questi mobile (io li chiamo scacciafantasmi, in realtà, non sò se esistono, ma se esistessero non li scaccierebbero, ci avverirebbero solo della loro presenza)(che pensiero contorto non sò se hai capito qualcosa di quello che ho scritto). Meglio che ti saluto così, senza andare oltre, altrimenti mi si fonde il cervello.
Ciao
Tiziana

Tilly ha detto...

(Pia) Grazie! Eppure avrei detto di non averli visti nel tuo blog... o mi sbaglio?

(Tiziana) Grazie! anch'io in realtà li chiamo in un modo simile, fantasmini, solo che due post fa ho visto che il termine viene frainteso..