domenica 23 settembre 2012

Borsa in stoffa nel blu dipinto di blu...


La mia penuria di spazio nasce anche dal fatto che qua, oltre ai manufatti ultratrentennali, si butta via ben poco anche dal punto di vista del vestiario, perchè un capo passa dal nuovo per tempo libero o lavoro, al per casa, all'utilizzarsi per giardinaggio e quindi allo straccio per la polvere, alla faccia di swifter e compagnia bella...
E poi i vestiti quando sono usati mi piacciono anche di più.. ma usati per davvero, mica quelli comprati già con i buchi o scartavetrati dai cinesi (fatto reale: qualche tempo fa dalle nostre parti fu tolta l'autorizzazione ad usare l'apposita macchina "anticante", causa scarichi non a norma,  a un laboratorio di abbigliamento cinese, e al successivo accesso di controllo la Guardia di Finanza trovò i lavoratori intenti, appunto, a scartavetrare i jeans).
I capi del signor Notaio inoltre sono alquanto molto vissuti, perchè il medesimo non svolge certo tranquillo e lindo lavoro sedentario e se ai suoi capi vengono i buchi, è causa strapazzi o addirittura per l'acido di batteria di qualche muletto..
E quindi con la loro stoffa faccio come i falsari che raccolgono dalle vecchie tele la patina del tempo per applicarla sulle loro nuove opere, e posso produrre borse "finte" vecchie...

Che questo sia il davanti è ancor tutto da vedere.... ho salvato una delle tasche dietro, da utilizzarsi per metterci dentro cose come una lista della spesa o un biglietto dell'autobus.

Per la chiusura ho palesemente copiato una borsa acquistata, ma dovrò fare modifiche al procedimento...  e chi indovina la produttrice di quelle belle perline??? 
 Qui il dietro.. o il davanti a piacere... 
Particolare "flesciato" del ricamo "stelline"... sempre sul filo del discorso del monocolore... indispensabile ma a rissssschio noia...
E per finire voilà l'interieur.. che ho notato è proprio meglio ma meglio fare chiaro, con l'utilizzo di camicia jeans con recupero della tasca a bottone.. magari per metterci le chiavi..
 e dei due polsini per produrre tasca "fetecchia" storta... oh come è storta!!
Ora come ora non mi resta che disporre dei rimasugli dei due capi utilizzati.. magari qualcosa posso ancora salvare o mi conviene buttare via tutto per fare spazio???
Buona settimana!!!

11 commenti:

§©@Ʀ@ƁƠƆȻҥɪʘ ha detto...

Ehiiii, ma non vale!
Adesso spetta di diritto a questa borsa il titolo di "borsa da guerra"!
Un po' di guerra l'ha già fatta prima di diventare borsa e tanta guerra la farà adesso che ha la forma, la dimensione e la consistenza giusta per affrontare qualsiasi avventura.
Mi piace proprio tantissimo come tanto mi è piaciuto leggere la sua storia.
Una borsa forte, robusta, comodissima per le tasche strategiche ma anche molto femminile grazie a quelle perline sulla zip (non ho proprio idea di chi le abbia fatte, però sono belline assai ^^), e le stelline ricamate.

Un saluto ed un encomio particolare al fornitore ufficiale della materia prima. ;)

Tiziana ha detto...

Noooooo, non si butta mai via niente, neanche i più piccoli ritagli di stoffa........ o almeno io faccio così (non si sa' mai, tutto torna utile):
i Jeans anche se vecchissimi (quindi con i buchi) hanno sempre la parte che va dal ginocchio in giù che è ancora buona per eventuali toppe;
le camicie anche se sono passate di moda servono (come hai mostrato tu) per l'interno delle borse e comunque almeno i bottoni vanno recuperati;
le magliette di maglina possono essere recuperate come fettuccia o comunque come hai detto tu passano da magliette per uscire, a magliette per casa quindi a stracci.
Però di positivo in tutto questo c'è il fatto che almeno tentiamo di dare una seconda vita (se non terza o quarta) alle cose.
In ogni caso anche se fatta con stoffa già "vissuta", questa borsa è venuta proprio bene.
Ciao
Tiziana

Tilly ha detto...

Scarabocchio - Grazie! Effettivamente tutti i capi del signor notaio sono estremamente da combattimento, non hai idea di quante scarpe mi consuma... peccato solo che quelle non le possa riutilizzare!! Per quanto riguarda le perline... stai scherzando vero? Guardale bene ma proprio bene bene.... e vai indietro nel tempo.. tanti e tanti anni fa...

Tiziana - Grazie! Vedo che la pensiamo allo stesso modo sul riciclo.. e pensare che in giro ci sono un sacco di cose "vintage"! Non è che tutti sti vintage capi sono stati a suo tempo comprati e poi dopo appena una stagione se non meno, messi da parte? Che spreco!! Comunque vabbè, se non mi autorizzi a buttar via niente vorrò dire che preparerò un cesto anche per i rimasugli INI!!

Flavia ha detto...

Riciclo a parte (che è già di per se una cosa encomiabile)trovo che ti sia venuta una meraviglia nonostante le tasche "storte" che, mi pare di capire, comunque non le vedrà nessuno tranne l'indossatrice della borsa.
Di sicuro una borsa così non si romperà la prima settimana di utilizzo!

Katya ha detto...

Bello riciclare specialmente quando vengono fuori lavori estremamente utili come le borse,molto brava! Ciao!

Tilly ha detto...

Flavia - Grazie! Robusta dovrebbe essere robusta! E per le tasche è proprio colpa mia, ho "tirato via" senza imbastire... poteva venire peggio!!

Katya - Grazie! Adesso però sapessi quanti altri pantaloni avrei da riciclare!!!

wonder perlina ha detto...

la tasca fetecchia mi fa impazzire. ciao

Tilly ha detto...

Wonder Perlina - Grazie! Alla fine è piaciuta anche a me e me la sono tenuta così...

§©@Ʀ@ƁƠƆȻҥɪʘ ha detto...

Tilly, ma come potevo non ricordarmi? Deviavo gli indizi, facevo la vaga, camuffavo imbarazzo! ^^
Confesso però che qualche volta mi è capitato di rivedere foto di miei lavori e di pensare: "Oh, ma questo l'ho fatto io? Ma che bellino, e chi se lo ricordava!"
Ma anche: "Mamma che schifo... e l'ho fatto io!" :D

Tilly ha detto...

Beh in questo caso... belline belline!!!! (E prima o poi vedrai anche le altre!)

Babi ha detto...

Bellissime, davvero bellissime!!!!! ^_^
Baci baci