venerdì 15 giugno 2012

Il lato oscuro della... borsa!

Nel post precedente ho espresso il mio disfo-pensiero.. che tanto vale fare solo se si è sicuri, che se non va meglio disfare... ma è chiaro che tutta questa "rilassatezza" ha qualche minimino rovescio della medaglia.
Soprattutto se nel progetto precedente erano previsti dei quadrati(ni) di circa 3 cm e 1/2.. 
Visto che giunte????
Il filo che si ricava dal disfo a volte non supera neppure i 50 cm, o le cose possono andare anche peggio, può accadere che ho appena finito di "passar sotto" il filo di inizio che già devo procedere alla nuova unione!
Insomma quel che è certo è che finchè non ho finito un progetto non butto via niente, perchè tutto può servire, di qualsiasi lunghezza sia...
La borsa in ogni caso non è ancora finita, e questo è il rovescio, il "dietro le quinte".. il dritto è ben diverso, o sarà comunque ben diverso.. o forse anche no.. chissà...
Carine invece sia da dritto che da rovescio queste grassine...

nonchè questa farfalla....
e lo ammetto, lo scatto è stato proprio un colpo di....
Buon fine settimana...

mercoledì 6 giugno 2012

Poncho estivo


Dopo cotanta pausa ritorno con un poncho e non con una borsa.
Il filato è leggerissimo, riciclato da un vecchio maglioncino estivo senza collo e  in fibra mista.
Ho "scoperto" (che scoperta!!)  che il poncho è un progetto veramente favoloso... non ci sono diminuzioni di scolli, o fianchi o maniche... due rettangoli con un punto facile facile ma che a mio parere fa comunque la sua bella figura, l'attaccatura, giusto un pò di collo aumentando un pò dietro per farlo star meglio... un lavoretto tutto relax insomma...


E poi un ponchetto così lo uso anche adesso a giugno (mese di fioritura dei gigli regali), anche perchè la mattina esco alle 7 e 10 e un pò di freschino c'è, per non parlare dell'esagerata temperatura polare già presente in certi supermercati...



Comunque non che le borse non procedano.. anzi... sono nell'allegra fase del faccio e non fodero con almeno due o tre progetti (e lasciamo stare poi i progetti in stoffa, che sarebbero ancor di più!), mi piace lavorare così seguendo solo l'ispirazione...  trovo che sia rilassante lavorare senza dover  per forza finire in tempi brevi o voler vedere un risultato tangibile finchè non mi sento pronta... come la borsa concettualmente bianca ad esempio, credo di averci lavorato e pensato almeno un anno... 
Uso l'uncinetto, punto dopo punto, cambio i colori, e se mi sembra che non vada bene, il tutto torna a essere un gomitolo... rilassantissimo...e magari la soluzione non si trova neppure al secondo tentativo... e allora disfo ancora..
L'ho sempre detto che sarei una frana a lavorare su ordinazione...
Buon fine settimana...