domenica 17 marzo 2013

Abilmente e portatelecomandi

Alla fine poi ho deciso di andarci, ad Abilmente.
Ormai per me è diventata quasi una tradizione, e soprattutto perchè di cose da vedere ce ne sono tantissime, e vederle dal vivo è molto diverso che vederle tramite internet, e senza contare che poi domenica scorsa era una così bella giornata... l'ho considerato un segno del destino... avesse piovuto sarei rimasta a casa!
E così sono andata (e con in tasca un budget rigoroso).
Nella sezione acquisti c'erano cose nuove e no, le stoffe mi sono sembrate alquanto care, anche se belle, e l'unica fustella che mi avrebbe tentato, la famosa stella di Natale non c'era, ragion per cui ho preso solamente due basi da taglio di ricambio per la Big Shot (circa euro 9) e in uno stand filati due matasse di cablerino 5 rigorosamente per mamma.
Le fettucce resistono, anzi ho visto basi e manici nuovi per borse, anche carini, nonchè delle griglie su cui intrecciare il filato... griglie che però a ben vedere somigliavano molto a quelle che ci sono nelle sezioni giardinaggio dei vari Brico.
E poi mentre girovagavo qua e là mi sono imbattuta in uno "sbisin" di stand.. piccolo piccolo, in cui una signora cuciva una stoffina piccola piccola con delle cosine di plastica piccole piccole...e ho finito il budget..  perchè ho acquistato (per una cifra da considerarsi quasi spropositata in relazione a quel che ho preso) due bustine di mascherine per patchwork in plastica (12 + 12 euro).
Fotografarle per farle vedere è impossibile, perchè sono di plastica trasparente, ma chi volesse capire cosa siano può andarsi a vedere a lato il video.
.....
E qui facciamo alcune considerazioni... tra le signore che come me guardavano c'è stata chi ha osservato, giustamente, che una mascherina così uno se la  può fare anche di cartone, e io dico si, che è possibile e previsto, ma secondo la mia esperienza riesce bene per figure più grandi.. qui il tutto stà tutto nella indeformabilità e insieme plasticità della plastica (i bordi della sagoma restano netti ma insieme la maschera si può "storcere" senza rompere) e nei due fori per inserire lo spillo, indispensabile per tenere insieme lo "sputino" di stoffa che si stà lavorando.
.....
Questo nella teoria... ma se poi in pratica funzioni non lo sò, anche perchè  nella settimana appena trascorsa ho avuto mal di testa 4 giorni su 7 (a proposito del famoso mantra del devo usare quel che ho acquistato in settimana!) e sono riuscita giusto a fare il portatelecomandi da inserire sul bracciolo della poltrona che avevo promesso a  papà. 


Utile e sobrissimo e soprattutto utilizzando per le tasche alcuni degli ultimi pezzi della stoffa a righe che serviì a mamma per farmi un giubbino quando avevo circa 16 anni... 
Magari la prossima settimana, mal di testa permettendo, mi dedicherò ai template...
Buona domenica!

8 commenti:

Claudia ha detto...

Pezzettini così piccini? Che pazienza! Tutta la mia ammirazione verso chi ci riesce!

Andreina ha detto...

curiosare alle fiere è sempre utile........mi piace il tuo porta telecomandi.....

Robs ha detto...

quando mi sarebbe piaciuto venire ad abilmente! Mi piace molto questo porta-telecomandi ed è soprattutto utilissimo!
Buona domenica, Robs

Babi ha detto...

Accidenti, se avessi saputo che saresti venuta anche tu ad Abilmente mi sarebbe piaciuto incontrarti!!!
A me piace moltissimo curiosare alle fiere ^_^
Il portatelecomandi è davvero utilissimo!
Un abbraccio
Babi

Tiziana ha detto...

Anche a me piacerebbe andare a sbirciare in qualche fiera, ma ultimamente sono presa da altre cose (che non hanno nulla a che vedere con tutti i vari hobby) che assorbono tutto il mio tempo, ma non importa, perché sono cose ben più importanti.
Comunque......questo porta-telecomandi anche se sobrio mi piace molto. Bravissima come sempre.
Per la cronaca io il mal di testa l'ho avuto sabato.
Ciao
Tiziana

§©@Ʀ@ƁƠƆȻҥɪʘ ha detto...

Ad avercelo un divano a cui abbinare un porta telecomandi robusto e comodo come questo ^^

Ho guardato il video degli esagoni (picciiiini), ma credo che manchi una parte finale: come si toglie la sagoma dall'interno? Perché si toglie, vero?
E poi? Con tutti questi esagoni che si fà? Sarà mica una tecnica patchwork?
Ignoro, ignoro del tutto, ma sono certa che ben presto mi darai un sonoro schiaffo morale che mirerà alla mia più completa comprensione (devi farlo, per ottemperare al Mantra n°3! :P )

Tilly ha detto...

Claudia - Piccini piccini piccini!! Anche tenerli in mano è difficile!

Andreina - Grazie per il porta.. le fiere sono tentazioni!!!

Robs - Grazie per il porta .. se non Abilmente magari qualche altra fiera?

Babi - Grazie per il porta.. anche tu sei andata in fiera? Magari ci vedremo alla prossima.. Abilmente ormai è proprio imperdibile!

Tiziana - Grazie per il porta... spero che le cose di cui parli siano tutte positive!

Scarabocchio - Grazie per il porta.. la sagoma (che nella tecnica originale si fa di carta.. impossibile fare queste forme così precise a mano) si toglie tirandola fuori una volta che si sono uniti i vari pezzi insieme.. tecnica patchwork!!

monica mimangiolallergia ha detto...

ma lo sai che questo sarebbe uno splendido regalo per i miei suoceri?!?!?! Anche per noi... ma... il nostro divano non "braccioli" praticamente, o meglio uno ma nessuno si siede mai lì:( però... bravaaaaaaaa

p.s. spero di riuscire prima dell'estate a scrivere un post... che potrebbe interessarti (bigiotteria all'uncinetto;)

Un abbraccio e buona pasqua! ti seguo anche se non commento, sappilo:)