sabato 1 giugno 2013

Borsello di stoffa

E così maggio è passato senza neanche un post... da un lato il tempo infelice mi ha impedito di fare anche un minimo di giardinaggio e di postare qualche relativa foto, dall'altro qualche impegno più del solito tipo i parenti o sabato scorso un corso di pasticceria naturale.. e senza contare che ho iniziato Oblivion e la cosa mi prende parecchio.
Ma oggi è stato sabato ed essendo appunto sabato ho trovato il tempo per finire questo progettino iniziato qualche settimana fa.
Ora, io a volte mi domando cosa li ho comprati a fare tutti quei libri giapponesi di Yoko Saito... che di 6/7 libri ho usato solo due, dicosi due cartamodelli (perchè appunto ci sono i cartamodelli acclusi dentro, a grandezza naturale, tipo Burda), e poi vedo un borsello in una vetrina, torno a casa, prendo un foglio A4, gli arrotondo gli angoli et voilà, ecco il cartamodello...
E soprattutto mi domando perchè debbo complicarmi la vita, quando l'arrotondatura è un gran rompimento di scatole al momento di cucire gli strati tasca+fodera+esterno+fodera, soprattutto se una di queste stoffe è uno scampolone grigio preso al GS che mi sembrava così adatto sia per le fodere sia per eventuali esterni... e sapevo già che quando lo avrei cucito avrebbe sputato i fili della trama come un disperato.
E l'unica cosa che quasi si salva dalle lamentazioni è la stoffa a righe, presa all'Ikea qualche mese fa, in clamorosissima deroga al famoso "non-compro-più-niente-che-non-sò-più-dove-mettere-la-roba".
Insomma ecco il mio nuovo borsello da usare quando faccio la spesa.. 






Chissà.. questo mese magari riuscirò invece a foderare qualcuno dei gusci all'uncinetto che aspettano chi da più chi da meno tempo, tanto, per quel che riguarda la pasticceria naturale ho ben capito che a parte qualche rarissima ricetta non è proprio cosa.
Capiamoci... la ragazza che teneva il corso era anche brava e non si è certo risparmiata, ma far passare per crema pasticcera un qualcosa che somiglia alla malta del muratore non fa proprio per me....
Meglio che torni alle borse...

Buona domenica!

11 commenti:

Ombretta Panese Brettagna ha detto...

Malgrado l'elenco delle tue difficoltà il borsello ti è riuscito proprio bene e sono d'accordo con te sulla pasticceria.
Ciao.
Ombretta

Ombretta Panese Brettagna ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Flavia ha detto...

Concordo con commento precedente, il borsello ti è venuto proprio bene!

cinziacrea ha detto...

Vabbè, tanto siamo tutte nella stessa barca....ho comprato dei libri giapponesi di cucito e poi in edicola ci sono delle robe che sanno fare anche i disperati tipo me.
Con le stoffe ormai è guerra tra parentato,
Il borsello mi piace e di sicuro è comodissimo....
sulla pasticceria naturale....vabbè hai perfettamente ragione.
Un baciotto e complimenti per la simpatia.

§©@Ʀ@ƁƠƆȻҥɪʘ ha detto...

Noooo, guardo questo bellissimo borsello e mi sento terribilmente in colpa!
Ricordi che ti dissi che dopo un anno dall'aver visto il tuo primo ero finalmente riuscita a tagliare il modello?
Ecco, è passato un altro anno e ho ancora i vari pezzi in attesa di giustizia.
Io li faccio spesso i buoni propositi, mi dico spesso che per obbligo morale verso me stessa dovrei finire una cosa prima di cominciarne un altra, ma proprio non ci riesco.
Questo tuo nuovo borsello mi piace moltissimo: i colori sono perfetti per la stagione e quel rigato è da perderci la testa :)
Il modello è semplice, classico, ma sopratutto comodo: il più lo fanno i colori e le decorazioni e queste sono caratteristiche che dovrebbero accompagnare ogni oggetto di uso quotidiano.
La comodità in primis, certo, ma anche l'occhio vuole la sua parte, specialmente quando ciò che delizia l'occhio non interferisce sulla praticità di utilizzo.
Per quanto riguarda la pasticceria naturale, ho un pensiero a riguardo, che non è mio, ma di cui ne ho fatto bandiera di vita "Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare" e mi sa che a quel corso non ti insegnavano nulla di tutto questo ;) :)

Tiziana ha detto...

Anche a me capita di vedere una cosa e pensare "caspita questo mi occorre proprio, mi sarebbe indispensabile per questa o quella cosa", poi arrivo a casa e mi rendo conto che ne potevo tranquillamente fare a meno...........mah!?!
Comunque bello il tuo borsello, mi piace molto la stoffa a righe che hai utilizzato, e per quanto riguarda la pasticceria........... io dico sempre "se ci si deve far male è meglio farlo bene".
Ciao
Tiziana

Froda ha detto...

Stupendo il borsello! Io litigo con le cuciture dritte e te mi incurvi anche quello che può andare dritto.... Sei bravissima! =)

Ehm... la pasticceria naturale... non ho capito! Ti hanno detto cose strane al corso?

Froda ha detto...

Sono ancora io! Riguardo ai libri di borse... Quando hai tempo ci puoi fare una recensione su quello che preferisci, per favore? Mi piacerebbe cucire qualche borsetta ma se non leggo non riesco a partire T.T
Grazieeeeeee!

Tilly ha detto...

Grazie a tutte per i commenti.
Froda... ci penserò..

wonder perlina ha detto...

Cara è arrivato il momento di aprire un bel negozio online di borse, ti devi decider sei troppo brava.
Ciao

Tilly ha detto...

Grazie! Ma la mia è borso-terapia! serve per risanare le schifezze della vita moderna....