domenica 22 dicembre 2013

A me un analgesico

Si lo so che in questo periodo si dovrebbe essere natalizi, ma io non mi sento natalizia proprio per niente.
Sarà che oggi ho un anno di più, ma la verità è che mi sento vecchia e anche molto.
Detesto internet, detesto non capire una benemerita del come si faccia a gestire i file, gli account, i cloud, che neanche ho capito che c. sono i cloud, le librerie (eh si... sono una Kobo vittima), detesto il fatto che nello sforzo mi venga pure il mal di testa.
Detesto che facendo una ricerca il tutto ti venga presentato come ... oh così semplice e facile, e come invece non lo sia per me, che trovo incomprensibile il tutto.
Che vogliamo farci... io non ci arrivo proprio... mi mancano le basi, e sicuramente la pratica, anzi per meglio dire neanche ho idea di quel che si può fare con un pc, tranne l'andare su internet e fare qualche ricerca, o guardare video vari su you tube, e quindi non saprei neppure che pratica farci.
Non ho idea di cosa sia un i-pad, vagamente di cosa sia un tablet, e visto che il mio Nokia ultracentenario è ancora in uso, neanche sò che potrei fare con uno smart-phone.
Che sia un telefonino di ultima generazione, questo almeno lo sò ... bisogna però proprio chiamarlo telefono - intelligente?
Furbo?
Che fa oltre telefonare? Il caffè? Chatta? E che voglio farci io... mai chattato in vita mia.
L'altra settimana ho guardato Twitter e anche quella mi è sembrata una cosa da dolori intestinali.
Insomma il mio umore è terribile.
Talmente terribile che è da un buon mese che pondero di chiudere il blog, perchè così come è ora non mi da alcuna soddisfazione.
In un primo momento avevo pensato di crearne un altro, ma poi ho cambiato idea.
Quello che sono ora è un seguito di quello che ero prima, e non mi va di cominciare da capo e insieme perdere tutto quel che ho fatto fino a qui.
Quindi pian piano cambierò il blog per farlo diventare più rispondente alle mie esigenze.
Una cosa però è sicura... una tachipirina mi gioverebbe...

10 commenti:

cinziacrea ha detto...

Io mi sento esattamente come te....
fermo restando che le peripezie da wonder woman di alcune/i sono solo delle grosse "cazzate"
Non sei vecchia, sei solo una persona che ancora sa di vivere certe emozioni......
lasciamo stare chi deve "far vedere...per far sapere di esistere"
Vabbè, mi sa che il mal di testa è aumentato.
Mi piace il nuovo vestitino del blog,
mi piace non sentirmi la solita scassapalle.....visto che ci sono altre che la pensano come me.
Mi piace non lasciare un commento solo per.....
Baciotti tanti, e fai come meglio credi per te.
Ciaoooooooo

bilibina ha detto...

Ciao Tilly, bello il blog così "pulito" e per il resto…consolati..non sei la sola!!
Un abbraccio e tanti auguri per il tuo compleanno (se sei vecchia tu…cosa dovrei dire io?! Comunque, a parte le mie scarse abilità informatiche e dolori vari…mi sento una bimba, ho ancora tanto da imparare..)
Carmen

Elisabetta ha detto...

Ciao Tilly, felice di risentirti. Dunque la mia impressione che qualcosa bollisse nella tua pentola era giusta. Credo che un attento osservatore, nel tempo riesca a captare attraverso il blog,qualcosa (magari poco!), della persona che ci sta dietro.
Se ti può interessare sappi che io da anni non sono più natalizia, se per quello neppure pasquale o altro, per cui... siamo in due!
Siamo in due pure a fissare il pc con un grosso punto di domanda in testa. Ho aperto il mio blog da poco ed ho già voglia di chiuderlo, tengo duro ancora un po' per non deludere le mie figlie che l'hanno aperto per me, vedrò il da farsi.
Fai del tuo blog quello che senti più consono al tuo essere, vedi poi quel che succederà.
Infine, coraggio, non siamo ancora poi tanto vecchie....solo un pochino! :)

Rosa ha detto...

Ciao Tilly, collega di allergia alle nuove tecnologie. Pensa che io detestavo così tanto il mio nuovo telefono touch screen....che lui, non potendone più delle mie parolacce, mi ha piantata in asso nel bel mezzo di un viaggio a Londra. E' rimasto lì, a Regent's park. E io, quando me ne sono accorta, ho esultato invece di rimpiangerlo!
Il pc lo uso per lavoro, per la sua oggettiva utilità e per tenermi in contatto col mondo. Ma detesto i social networks, snobbo tutte le diavolerie strane e, appena comincia a darmi qualche problema....via dal tecnico! Prima che faccia la fine del telefonino!
Ecco...ti consiglio di fare così: usa il pc per ciò che ti dà piacere o che ti è utile, il resto....evitalo. E non pensarci.
Quanto al Natale...per me non è più allegro da quando la mia famiglia ha perso i pezzi, ma ci sono i piccoli e loro hanno diritto a un Natale festoso, come l'ho avuto io e quindi....
Auguri Tilly, cerca di vivere il tuo compleanno con un po' di ottimismo. In fondo è un anno in più che ci è stato donato.
Un abbraccio,
Rosa

Rosa ha detto...

Scusami Anna, solo adesso ho letto nel tuo profilo (sono andata a sbirciare per sapere la tua età. Siamo quasi coetanee. Io ho qualche anno in più, 53) che questo è il tuo nome.
Buone feste,
Rosa

§©@Ʀ@ƁƠƆȻҥɪʘ ha detto...

Questo tuo, chiamiamolo sfogo, non mi coglie impreparata, nel senso che ha il vero sapore che hanno tutti i bilanci legati all'ennesimo compleanno (nel mio caso personale anche ai bilanci di fine anno che sono sempre oggettivamente catastrofici).

So di apparire diversa ma, credimi, io detesto la tecnologia moderna, odio le robe touch e se un elettrodomestico mi defunge e devo necessariamente sostituirlo con uno nuovo la crisi è assicurata (solo il termine "libretto di istruzioni" mi provoca l'orticaria).
Però faccio di necessità virtù, nel senso che se una cosa la reputo veramente necessaria, mi ci avvicino con un po' di pazienza e cerco di affrontarla al meglio delle mie capacità (ti cito il Kindle, la macchinetta fotografica, il microonde).
Per altre cose desisto sul nascere.
Dispositivi come iPad, iPod, smarthphone et similia, per me possono anche andare tutti all'inferno: continuerò ad affrontare i miei rari momenti di svago virtuale con i soliti mezzi di sempre, ovvero portatile d'annata e cellulare con tasti di stravecchia generazione che, tra l'altro, ha anche una utilissima funzione che gli smarthphone ultramoderni non hanno, il blocco dei numeri indesiderati (e non è poco, anzi).
Anche con le rare faccende di lavoro digitale sono molti passi indietro, perché io sono per le cose semplici e non ritengo opportuno evolvermi. Fortunatamente c'è ancora qualcuno che apprezza l'essenzialità al posto della ridondanza estrema.

Per quanto riguarda il blog, sai come la penso e hai assistito attivamente ai passi che ho affrontato: cucitelo addosso come meglio credi, in fondo si tratta di un di più, non è un obbligo, è un qualcosa che magari può completarci, può aiutarci a tenere una finestra aperta alla condivisione (nel mio caso limitata) e all'acquisizione di nuove conoscenze.

So che la cosa non ti porterà giovamento alcuno, ma sappi che io ti voglio bene e ti apprezzo proprio perché sei così come sei, con tutti quei limiti in cui mi ci riconosco ampiamente: fidati, non abbiamo solo il nome di battesimo in comune ^^

Ehm... se ti faccio gli auguri di buon compleanno, nonostante l'arietta che tira dalle tue parti, prometti di non staccarmi a morsi un orecchio? :D

Andreina ha detto...

capita di sentirsi fuori posto e cadere, ma quel che conta è rialzarsi e ricominciare con spirito nuovo......

Tanti auguri di buon compleanno!!!!

Ombretta Panese Brettagna ha detto...

Hai diritto ai tuoi momenti di depressione, di entusiasmo, di dubbio. Questa sei tu ANNA ed accettati con un sorriso e con il pensiero che domani avrai altra luce negli occhi e che non importa se tutta la tecnologia moderna cambia il mondo, tu non cambiare perché non hai l'obbligo di farlo. Solo così resterai te stessa.
Dimenticavo: io di anni ne ho molti più di te.
Un abbraccio
Ombretta

Froda ha detto...

No, ma chiudere no! Si, sono egoista, ma mi piace leggerti e vedere le tue borse. Ben venga il cambiamento se devi modificare, stravolgere tutto per adattarlo a te, è più che legittimo; sei una donna, una creativa, non metterti un freno.
E comunque.. Buon compleanno! =p
Ti lascio anche un abbraccione, ciao!

Anna ha detto...

Cinziacrea - Grazie anche per aver apprezzato la foto! Anche senza volerlo il pennuto si è collocato proprio sopra il nome di Tilly... il marito ha commentato... meglio sopra che sotto! Che poetico!

Bilibina - Grazie! Effettivamente dovrò dargli un'altra ripulita. Ma penso di procedere con calma.

Elisabetta - Grazie! Non è tanto sentirmi vecchia, ma accorgermi che tutto corre e corre e non riuscire a tenere il passo

Rosa - Grazie! Da un certo punto di vista hai proprio ragione... è che però nello stesso tempo io vorrei anche riuscire a fare qualcosa di più...

Scarabocchio - Grazie! Ma tu conosci il mio "deserto" informatico.... sigh sigh... e che dire dei libretti di istruzioni che oramai scarseggiano? Per quanto riguarda la "cucitura" pensavo di dargli una veste più da diario di una volta e molto meno social (ué che mica prima lo era ma adesso vorrei ancora meno)
P.S. niente paura per le orecchie !!!

Andreina - Grazie! Speriamo che le ginocchia tengano...

Ombretta - Grazie! Però ti dirò che cambiare non mi dispiace... quello che mi spaventa è di non riuscire a farlo..

Froda - Grazie! E allora molliamolo questo freno!!!!!!!!!!