venerdì 25 aprile 2014

La liberazione! (grazie del suggerimento...)


A volte capita che stai attendendo qualcosa.
Qualcosa che sai che dovrà accadere, per certo o con alta percentuale, ma comunque ancora in data indefinita.
E aspetti, aspetti, e più il tempo passa e più la cosa ti sembra surreale e strana, perchè magari chi aspetta con te, al contrario di te, proprio non vorrebbe che questo qualcosa accadesse mai.
E tu puoi anche capire il perchè, visto che quel qualcosa avrà un diverso impatto su tutti quelli che colpirà, e per alcuni sarà un impatto veramente diverso da quello che aspetti per te.
Poi accade improvvisamente che il tempo cominci a velocizzarsi, e quelli che erano anni diventano mesi, e poi poche settimane e infine pochi giorni.
Il tempo di aspettare è finito.
Sarà poi meglio o peggio.... chi lo sà... perchè stò parlando di lavoro, e il lavoro è lavoro, e può essere più o meno interessante o soddisfacente, ma è appunto quello e non divertimento... 
Però mi aspetto, e quindi in realtà stò attendendo ancora, che quando questa cosa infine si concretizzerà per almeno 5 minuti... i 5 fantastici e meravigliosi minuti che intercorreranno dai guai della vecchia ai guai della nuova situazione, godrò di un aspetto correlato a questo avvenimento, una soddisfazione unica, irripetibile, che attendo da più di un decennio.
L'essermi tolta di torno una certa persona.
Il fiume scorre... io aspetto.... presto.... 






Nel frattempo magari mi ci è scappata una borsa tutta con materiale recuperato (e finalmente ho usato gli yo yo della clover).